Pronti a batterci con proposte concrete per ridurre gli sprechidi denaro pubblico e per abbassare le tasse, per il federalismo, per ridurre la burocrazia, per dare lavoro e speranza ai giovani, per garantire più sicurezza nelle nostre città.

Contro Salvini riprende vita l'asse storico Maroni-Tosi con la regia di Berlusconi

Contro Salvini, si ricostituisce l'asse Maroni-Tosi. Grazie alla regia di Berlusconi, si sta ricreando un'alleanza tra i due: Maroni si è emancipato dal segretario leghista, e Tosi è tra i promotori della quarta gamba del centrodestra, quella lista, Noi con l'Italia, che ha messo insieme Lupi, Zanetti, Formigoni, e, appunto, Tosi. I due potrebbero costituire l'asse futuro della Lega post-Salvini. Infatti vi sono buone possibilità che gli equilibri interni, dopo il voto, cambieranno: in caso di vittoria del centrodestra e di un incarico governativo, Salvini dovrebbe passare la mano, in caso di insuccesso sarebbe spinto verso le dimissioni.

RIVAROLO - Flavio Tosi per «Noi con l'Italia»

Siamo un insieme di liste di territorio - ha detto Flavio Tosi - puntiamo a colmare il gap con i grandi partiti attraverso la qualità delle persone che metteremo in lista. Si tratta di una campagna elettorale breve e intensa. Il nostro auspicio è proporre progetti concreti e non fare la corsa a chi la spara più grossa. Puntiamo ad essere il terzo partito del centro-destra».