Rassegna stampa

Troppe imprese uccise dalla cattiva politica

L'Eco di Parma

Galli: I dati diffusi dal centro studi della Cgia di Mestre, l'occhio che monitora l'andamento italiano d'impresa, sono impietosi. Una vera e propria emorragia, che dal 2009 in Emilia-Romagna si attesta al numero, da carneficina, di 16.466 imprese cessate, ovvero l'11.3% del totale. Chiudono autotrasportatori, mobilifici, falegnami, ditte di costruzione edile, vaporizzano imprese familiari, tradizioni d'impresa, lasciando sul loro cammino capannoni vuoti e fatiscenti lungo l'asse della Via Emilia.

leggi tutto »